Fabrizio Politi: cambiare il sistema economico con un’ app

Il sistema economico odierno è di tipo strutturale e piramidale. Cosa significa ? Che la società è fortemente gerarchizzata in base alla ricchezza posseduta. Questa conformazione è appunto rigida e strutturale perché difficile da essere modificata. Non è necessario andare tanto lontano per   incontrarlo. E’ qui, nella società di cui facciamo parte. Alla base della piramide si trova la maggioranza della popolazione mondiale, come ci spiega Fabrizio Politi, ben il 99%. Questa ampia porzione comprende i consumatori come noi, gli imprenditori e le piccole/medie imprese. All’apice della piramide è presente il restante piccolo 1% che possiede la maggior parte della ricchezza globale. Infatti essa esercita un controllo non solo sui consumatori, ma anche sui governi. Il controllo sui consumatori avviene tramite la creazione della libera scelta nel mercato al momento dell’acquisto. Le cooperations e le banche, prosegue nella spiegazione Fabrizio Politi, contengono tanti altri gruppi minori, che però mantengono il loro nome/marchio originario. Così, quando pensiamo di andare a depositare i nostri soldi in una banca locale o quando scegliamo lo snack di una marca meno nota, in realtà stiamo facendo salire il denaro sempre nella stessa zona, la zona “spugna”. In questo modo il denaro non viene redistribuito alla base, ma rimane fermo in alto e diviso tra i pochi soci dei grandi gruppi. Come avviene il controllo sui governi ? Gli Stati, hanno avuto la responsabilità di attuare la deregolamentazione, ovvero l’eliminazione di quelle barriere economiche, che permettevano di mantenere una concorrenza effettivamente più leale ed evitare quindi che pochi singoli gruppi si espandessero, provocando il fallimento di quelli minori. I grandi gruppi hanno poi approfittato di questa maggiore elasticità, si sono arricchiti sempre di più, fino a diventare più potenti dei potenti. Adesso ai vertici dei governi ci sono membri proprio di questa élite  aziendale. Agendo “dall’interno” possono mettere in gioco le carte a loro favore. I cittadini ormai non hanno più quasi voce in capitolo. Diventa difficile opporsi ad un sistema che controlla tutto.
Fabrizio Politi però dà grande peso all’azione del singolo. Dopo studi di anni infatti, ha avuto un’intuizione. Il potere è anche nelle mani del singolo consumatore.  Se ci pensiamo bene, le imprese esistono perché esiste qualcuno che compra i prodotti. Basata aprire un manuale base di economia e gestione delle imprese. Tutte le strategie di marketing sono fatte per soddisfare la domanda (ovvero noi, i consumatori) oppure per creare nuovi bisogni per la domanda (si veda ad esempio la strategia “oceano blu”). Il punto di arrivo o meglio, di partenza siamo noi, i consumatori.
Per questo motivo, Fabrizio Politi ha rivolto tutto il suo impegno alle persone comuni e alle loro abitudini. Controllando il nostro comportamento da consumatori possiamo decidere non solo il percorso del nostro denaro, ma delle imprese stesse. La fiducia nella collettività e nell’efficacia dei movimenti di massa, ha dato a Fabrizio Politi l’idea di creare uno strumento che ci permettesse di diventare più “intelligenti” negli acquisti e nelle scelte economiche in generale. Questo strumento è Mo.Mo.Sy, una app assolutamente gratuita che ci indica, grazie ad un algoritmo, quali sono le imprese verso cui dovremmo fare confluire il nostro denaro e quali dovremmo evitare, perché agiscono con una politica di concorrenza sleale. Le aziende virtuose sono indicate in verde, quelle non virtuose sono indicate in rosso. I colori poi, hanno diverse gradazioni, a indicare quanto la “politica di mercato “ sia corretta. Fabrizio Politi ha collegato la conoscenza alla tecnologia, veicolo fondamentale per consentire a tutti di contribuire al cambiamento del sistema piramidale.


https://twitter.com/fabriziopoliti1

http://www.dailymotion.com/fabriziopoliti 

http://news-town.it/politica/14026-referendum-costituzionale,-le-ragioni-del-s%C3%AC-intervista-al-professor-fabrizio-politi.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...